Home
 

Mondiali 2022, Croazia batte Brasile ai rigori e va in semifinale

sport
...

(Adnkronos) - La Croazia batte il Brasile ai rigori nel match valido per i quarti di finale dei Mondiali di Qatar 2022 e va in semifinale, dove affronterà la vincente della sfida tra Olanda e Argentina. 

Dopo lo 0-0 nei 90 minuti regolamentari, i verdeoro si portano in vantaggio alla fine del primo tempo supplementare con il gol di Neymar, a segno al 106'. La stella del Psg triangola prima con Richarlison e poi con Paquetà, si presenta davanti a Livakovic, evita il portiere croato e deposita il pallone in rete. Brasile ad un passo dalla semifinale e Neymar raggiunge Pelè a quota 77 gol come miglior marcatore nella storia dei verdeoro. 

Il Brasile sembra padrone del campo, ma al 116' si addormenta e viene punito. Modric, signore del centrocampo, accende la ripartenza di Orsic. Fuga a sinistra, palla invitante per Petkovic che conclude di sinistro: Marquinhos tocca, Alisson non ci arriva ed è 1-1. Il verdetto è rinviato ai rigori: il Brasile sbaglia 2 penalty ed è eliminato. Croazia in semifinale. 

La sequenza dei calci di rigore: Vlasic (C) gol; Rodrygo (B) parato; Majer (C) gol; Casemiro (B) gol; Modric (C) gol; Pedro (B) gol; Orsic (C) gol; Marquinhos (B) palo. 

LA PARTITA - Gara veloce, a tratti vivace, con la Croazia che pressa e chiude gli spazi per poi ripartire sfruttando le corsie laterali, mentre il Brasile cerca le giocate in velocità con i quattro attaccanti che si muovono su tutto il fronte dando pochi punti di riferimento. Il più attivo è Vinicius che nei primi dieci minuti ha due buone occasioni tagliando dalla sinistra, ma non riesce a concretizzarle.  

Il primo brivido per i sudamericani arriva al 12' con Pasalic che affonda sul suo lato e mette in mezzo un pallone che Perisic, perfetto nel taglio, che però colpisce male e manda a lato. Il Brasile vive sulle fiammate dei singoli e alla mezz'ora prova ad accendersi Neymar ma il suo tiro è preda di un attento Livakovic.  

La ripresa parte con il Brasile subito all’attacco che sfiora subito il vantaggio in due occasioni che vedono salire in cattedra un Gvardiol attento e preciso nelle chiusure. Il Brasile continua a palleggiare alla ricerca di varchi nella retroguardia e quando li trova, come al 54’ con Richarlison che serve Neymar, ci pensa Livakovic a chiudere la porta a doppia mandata. Il portiere della Dinamo Zagabria si ripeta altre due volte rispondendo presente agli assalti verdeoro portati da Paquetà e Neymar. La Croazia appare in sofferenza e debito d’ossigeno lasciando sempre più spazi agli avversari a ridosso dell’area di rigore e non riuscendo più a ribaltare l’azione come accaduto nel primo tempo. 

Il copione non cambia nei supplementari con il Brasile che continua ad attaccare ma la Croazia che con una ripartenza va vicina al gol: Brozovic però spreca da buona posizione un assist di Petkovic. Proprio in chiusura di tempo arriva il vantaggio della Selecao. Neymar dà il via a un’azione tutta di prima e si propone in area di rigore sgusciando fra le maglie avversarie, salta Livakovic in uscita e deposita in rete il pallone. Nel secondo supplementare la Croazia prova all'arrembaggio e viene premiata al 117': Modric serve in profondità Orsic che mette subito in mezzo per Petkovic. Il centravanti gira subito il pallone verso la porta, trova la deviazione di un difensore e batte Alisson. Ai calci di rigore la Croazia è perfetta, mentre il Brasile sbaglia prima con Rodrygo (parata di Livakovic) e poi Marquinos, che calcia sul palo. 

home